Esami Ecografici

LO STUDIO DISPONE DI
APPARECCHIATURE DI ULTIMA GENERAZIONE

Articolate in quattro distinte sezioni diagnostiche per eseguire – con l’impiego di molteplici sonde dedicate e ad alta definizione – esami convenzionali e color Doppler.

Ecografia Internistica

 

L’alta definizione delle apparecchiature consente di eseguire anche indagini ecografiche nello studio della patologia intestinale e nella patologia ano-rettale (fistole e raccolte para-rettali, patologia neoplastica).

Per una migliore caratterizzazione tissutale lo studio ecografico può essere integrato con Color Doppler, che consente una più sensibile evidenza della vascolarizzazione di alcune lesioni neoplastiche o infiammatorie.

In particolare tale metodica si rileva utile nelle patologie focali o diffuse della tiroide, delle paratiroidi, delle ghiandoli salivari e del testicolo e nelle lesioni focali epatiche e renali.

Patologie trattate

 

Organi addominali profondi
(fegato, reni, pancreas, linfonodi profondi, milza, vescica)

– EPATOBILIARE
– PANCREATICA
– SPLENICA
– RENO-URETERALE
– VESCICALE
– UTERO-ANNESSIALE
– LINFONODI PROFONDI
– CAVO PERITONEALE
– RETROPERITONEO
– PATOLOGIA INTESTINALE
– GROSSI VASI ADDOMINALI
– CIRCOLO PORTALE

Organi superficiali
(tiroide e paratiroidi, ghiandole salivari, testicoli, etc)

– GHIANDOLE SALIVARI
– TIROIDE
– PARATIROIDI
– TESTICOLO
– TUMEFAZIONI DEL COLLO
– LINFONODI SUPERFICIALI

Ecografia Ostetrico-Ginecologica

 

È ormai nota l’importanza e la alta affidabilità dell’indagine ecografica tradizionale sovra-pubica nella patologia dell’utero e degli annessi e nelle varie problematiche ginecologiche ed endocrinologiche dello scavo pelvico femminile. Tale metodica negli ultimi anni si avvale anche dell’approccio Endo-vaginale e/o Trans-rettale con sonde biplanari e con color Doppler.

Si esegue anche monitoraggio dell’ovulazione, in condizioni di base e dopo stimolazione ormonale, nelle problematiche dell’infertilità. In campo ostetrico l’ecografia consente una accurata valutazione nel tempo dell’accrescimento fetale, con verifica della corretta morfologia dei vari organi fetali nelle varie fasi di sviluppo. L’esame Eco Color Doppler consente inoltre di realizzare una flussometria fetoplacentare per una migliore valutazione del benessere fetale.

Patologie trattate

 

Ecografia Endo-Vaginale
  • valutazione dell’endometrio, specie in postmenopausa
  • stadiazione delle neoplasie endometriali
  • valutazione morfo-volumetrica delle ovaie
  • maggiore dettaglio nella valutazione dello stroma ovarico
  • pazienti obese che non sopportano un adeguato riempimento vescicale
  • nelle fasi iniziali della gravidanza a rischio
Ecografia Trans-Rettale
  • stadiazione delle neoplasie della cervice o della vagina
  • nelle pazienti isterectomizzate, per accertare eventuali recidive neoplastiche

Ecografia Pediatrica

La valutazione ecografica, in campo pediatrico, di tutte le patologie internistiche e delle patologie malformative dell’apparato urinario (stenosi del giunto, malformazioni renoureterali, valvole uretrali etc.) è affidata alla specifica competenza del nostro staff medico, con particolare attenzione anche allo studio delle affezioni in campo endocrinologico (pubertà precoce e malattie genetiche) e della patologia gastro-esofagea (reflusso gastroesofageo e stenosi pilorica).

Viene inoltre eseguito lo studio ecografico dell’anca in epoca neo-natale ed in età pediatrica, sia con valutazioni standard sia con test dinamici, in relazione ai dati clinici.

Ecografia Vescico-Prostatica

Da più di 15 anni anche l’approccio diagnostico strumentale alle patologie vescicali ed in particolare alle patologie prostatiche ha subito una autentica rivoluzione grazie alla ecografia ed al continuo perfezionamento di sonde dedicate trans-rettali biplanari ad alta definizione, soppiantando totalmente la radiologia tradizionale.

In sostanza, al tradizionale approccio diagnostico clinico con l’esplorazione rettale, l’ecografia trans-rettale ha aggiunto l’apporto quasi sempre dirimente di dati morfologici, dimensionali ed in particolare strutturali ghiandolari.

La correlazione di questi dati con i valori dei markers tumorali specifici prostatici, in particolare del P.S.A., consente di porre una corretta indicazione alla biopsia prostatica ecoguidata e di realizzare quindi una “diagnosi precoce”del tumore prostatico.

L’alto livello diagnostico e la trentennale esperienza in campo radio-urologico del responsabile del servizio fanno si che il nostro studio sia considerato un centro di riferimento per la diagnostica e la prevenzione di tutte le patologie prostatiche, con particolare riguardo allo screening, alla diagnosi bioptica ecoguidata ed al follow-up del cancro della prostata.

Varicocele pelvico nella donna

Nella donna disturbi aspecifici della sfera uro-genitale (disturbi della minzione, dolore durante i rapporti sessuali, mestruazioni dolorose, dolore e senso di peso pelvico) e degli arti inferiori (senso di peso e tensione, varici atipiche) possono essere causati da una stasi venosa, determinata da una dilatazione delle vene dell’ovaio, dell’utero, del canale vaginale e dei genitali esterni.
Nel nostro centro è possibile eseguire una indagine specifica, che consente di accertare tale quadro patologico (eco-color-Doppler Pelvico per via Trans-vaginale). Lo studio della circolazione venosa di questi distretti viene eseguito per via sovra-pubica e per via trans-vaginale, con valutazione della regione del piano perineale e dei genitali esterni.


NELL’UOMO

Tra le varie cause dell’infertilità maschile quella più frequente è secondaria ad un varicocele, caratterizzato da una dilatazione delle vene del plesso pampiniforme e da un reflusso della vena spermatica.
L’eco-color-Doppler scrotale consente uno studio non invasivo della circolazione venosa ed arteriosa del testicolo e del funicolo spermatico, con la possibilità di effettuare una stadi azione sia anatomica che emodinamica del varicocele.
Essendo tale patologia molto spesso del tutto asintomatica, l’esecuzione di un esame eco-color-Doppler si giustifica in tutti i soggetti che all’esame clinico presentino un sospetto di patologia e trova indicazione, a maggior ragione, nei pazienti con manifeste alterazioni delle caratteristiche del liquido seminale.

Edemi degli arti – Linfedema

Il linfedema è caratterizzato da un accumulo di linfa nel tessuto sottocutaneo.
Le sedi più frequentemente colpite sono gli arti inferiori e gli arti superiori. Il linfedema può essere primitivo, causato da una ipoplasia o agenesia dei linfatici, o acquisito.
Tra le forme di linfedema acquisito il più frequente è quello secondario all’asportazione dei linfonodi in corso di chirurgia oncologica (linfo-adenectomia). Tipica è l’insorgenza di un linfedema dell’arto superiore dopo intervento per neoplasia della mammella (grosso braccio post linfo-adenectomia).
Tra le altre cause di linfedema secondario si può considerare quello conseguente ad alterato appoggio plantare (linfedema funzionale).
Patologie congenite o acquisite del piede (alluce valgo, piede piatto – cavo) determinano una alterazione della emodinamica venosa e linfatica con conseguente edema.
Nel nostro centro si esegue uno studio multidisciplinare di tali anomalie integrando valutazioni cliniche con accertamenti diagnostici strumentali (ecografia muscolo – tendinea, eco-color-Doppler, Rx del piede, RMN).
Le informazioni acquisite con tale approccio sono necessarie per confermare la diagnosi, per tipizzare le caratteristiche tissutali del linfedema e per programmare una idonea terapia decongestionante.

Puoi effettuare questi esami nella sede

Prenota una visita o un esame

Privacy Policy

Ambulatorio di radiodiagnostica - P. Iva 05677471004 - REA RM-910571. Autorizzazione all'esercizio n° 91 del 20/07/1999 rilasciata dal comune di Roma.

Privacy Policy - Cookie Policy

Sede Roma Centro
Dir. Sanitario: Dott. Vincenzo Pipitone
06.39.38.87.28
06.63.16.98

Sede Roma Nord
Dir. Sanitario: Dott. Orlando Di Donato
06.333.94.00

Sede Ostia Lido
Dir. Sanitario: Dott. Orlando Di Donato
06.56.46.977